Pensieri appesi tra una ricetta e l'altra

Risotto zucca e funghi pioppini

by Federica Tommei

Risotto zucca e funghi pioppini, ovvero come sfruttare al massimo ciò che la natura ci offre…

I funghi pioppini in questo autunno umido,  pullulano a iosa nelle campagne circostanti, per cui perché non sfruttare al massimo ciò che la natura ci offre?!? Niente di meglio che un gustoso risotto, con la zucca, la mia preferita, e i funghi, doni inaspettati che fanno capolino qua e là tra il tronco di un pioppo ed un altro!

Risotto zucca e funghi pioppini con guarnizione di pancetta croccante, l’ideale per raccontarvi dei miei ultimi pensieri sopraggiunti giorni fa sul treno, mentre mi recavo a Roma per lavoro.

… osservare le persone sul treno mi incuriosisce e non poco: c’è chi si aggiusta il posto come fosse il sofà di casa, chi ascolta la musica, chi legge, chi gioca con il telefono, chi mangia, chi pensa… ma una cosa prevale su tutto: l’individualismo!

Mio nonno ha fatto il “pendolare” per 40 anni, si beh allora si lavorava per 40 anni, oggi forse non sapremo mai fino a quando dovremo lavorare;  comunque tornando a noi, dicevo, mio nonno ha viaggiato per 40 anni, e con lui ogni giorno prendevano il treno tanti altri, pendolari come lui, che dovevano ritenersi fortunati perché avevano un posto fisso, a Roma, e uno stipendio sicuro, non si arrabattavano alla giornata come gli altri suoi vicini di casa, o di quartiere. Beh, lui sul treno, mi raccontava che giocava a carte, chiacchierava di tutto e discuteva di sindacato e di politica, insomma socializzava e si confrontava con gli altri. Così tra una forchettata di risotto zucca e funghi pioppini, e un’altra, penso che oggi tutto questo sul treno, e altrove, tutto questo non avviene più. Oggi vedo tutti intenti ad osservare i propri smartphone o tablet. Nessuno guarda in faccia l’altro, e ci scommetterei, che se chiedessi a qualcuno di loro di descrivermi la persona che aveva seduta al suo fianco o di fronte, non me la saprebbe dire, perché non si è nemmeno accorto di avere una persona seduta al proprio fianco. Quanto è triste tutto questo!… tra un pensiero e l’altro sono giunta a destinazione…

Se vi piacciono le mie ricette e volete rimanere sempre aggiornati v’ invito a cliccare “Mi Piace” sulla mia pagina Facebook che trovate qui,  potete seguirmi anche su Google + qui, su Twitter qui, e su Pinterest qui.

Buon risotto zucca e funghi pioppini a tutti!!

risotto_zucca_funghi_pioppini_paprikaecannellablogIngredienti per 2 porzioni di risotto zucca e funghi pioppini:

Ingredienti:

1 l di brodo vegetale

(sedano, carota, cipolla, patata, pomodorini, qualche cubetto di zucca cruda)

  • olio evo q.b.
  • un pizzico di peperoncino in polvere
  • 2 spicchi di aglio finemente tritati
  • 1 scalogno finemente tritato
  • 50 ml circa di vino bianco
  • 200 g di riso per risotto
  • 200 g di funghi pioppini
  • 250 g di polpa di zucca già cotta

(per cuocere la zucca, infornarla in forno ventilato già caldo a 150° su una placca foderata di carta forno; al termine verificare che la polpa venga via dalla corteccia con un cucchiaio, e pesarla prima di procedere con la ricetta)

Per la mantecatura:

  • 2/3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 2 noci di burro

Per la guarnizione finale:

  • timo q.b.
  • pancetta tesa q.b.

risottozuccafunghipioppinipaprikaecannellablog_g

Procedimento:

preparare il brodo vegetale e la polpa della zucca come già descritto precedentemente

far soffriggere in un tegame l’olio evo con l’aglio e lo scalogno tritati

aggiungere i funghi pioppini precedentemente puliti e tagliati a pezzetti

far rosolare tutto e poi unire il peperoncino in polvere e sfumare con il vino

unire il riso e il brodo poco alla volta, mescolando di tanto in tanto facendo attenzioni che non si asciughi

a metà cottura del riso unire la polpa della zucca, e continuare con il brodo fino a cottura

una volta pronto il riso procedere con la manteca tura del risotto con burro e parmigiano a fuoco spento, coperchiare e aspettare 5 minuti prima di servire, il risotto dovrà risultare cremoso

 

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi