Pensieri appesi tra una ricetta e l'altra

Lasagnetta di pane guttiau Fabio e l’app di contemporaneofood

by Federica Tommei
Lasagnetta di pane guttiau di Fabio

Lasagnetta di pane guttiau Fabio e l’app di contemporaneofood

Lasagnetta di pane guttiau Fabio e l’app di contemporaneofood

Per l’appuntamento con gli amici di contemporaneofood questa settimana intervistiamo un ragazzo, Fabio, che ha una bacheca Instagram davvero pazzesca, oserei dire d’eccezione, qui il link per visionarla e diventare suoi follower.

Fabio è un appassionato del buon cibo, lo potrete notare dalle foto e dalle ricette di ottimo livello, che posta sul suo profilo IG, è amante del mare e dei viaggi, sul suo profilo Instagram qui il link trovate anche delle bellissime foto che ci raccontano il reso conto dei suoi viaggi.

Vi ricordo che questa iniziativa la sto portando avanti con Cristina Saglietti del blog Contemporaneofood.

Ogni settimana leggerete le interviste a blogger e appassionati di food e food photography. Lo scopo della nostra iniziativa è come vi spiegavo qui, la voglia di costruire una community di appassionati di cibo e fotografia. Gli intervistati appariranno con due diverse interviste, una sul mio blog e una su quello di Cristina.

Lasagnetta pane guttiau di Fa_uau

Lasagnetta pane guttiau di Fa_uau

Per l’occasione gli intervistati prepareranno una ricetta che verrà inserita nell’app di contemporaneofood, in cui rimarrà in modo permanente, e definitivamente, senza modifiche nel corso del tempo.

L’app di contemporaneo food la potete scaricare su app store e su google store.

Tornando all’ospite di questa settimana, qui vi lascio il link della sua ricetta, Lasagnette di pane guttiau, tonno burrata e bottarga con pesto di cime e mentuccia.

Non vedete l’ora di scoprire la ricetta?!? Anch’io!

Ma passiamo all’intervista per conoscere meglio Fabio:

1.    Devo ammettere che non appena ho aperto la tua bacheca Instagram ne sono rimasta estasiata. Intanto voglio farti i miei complimenti, per le foto sia di food che non, ma soprattutto per la cura con cui gestisci la tua bacheca. Potresti parlarci un pochino di te, siamo curiosi di conoscerti, in realtà non hai un sito o un blog, pertanto dalla bio di Ig non è facile comprendere molto di te…

È vero, trovo Instagram un social molto diretto, semplice e contemporaneo, ma anche limitante nel farsi conoscere a pieno, ma penso che il feed sia un pretesto di curiosità per approfondire la conoscenza di chi ci sta dietro, come nel mio caso tramite le stories del mio quotidiano.

Sono Fabio e ho 29 anni, metà sardo e metà pugliese con un cuore fatto di mediterraneo e di sole. Tutti mi chiedono se sono uno chef e se ho un ristorante, ma no!

Spiego meglio: mi sento cuoco e insegno enogastronomia all’istituto alberghiero, ma la cucina è un mondo infinito, quindi mi sentirò sempre un piccolo cuoco che deve studiare tanto, nel mentre insegno ciò che ho imparato fino ad ora. Amo l’arte in generale e soprattutto l’artigianalità…creare cose con le mani è la mia passione e non solo piatti!

2.    Quando hai iniziato ad appassionarti alla cucina, al buon cibo, e alla fotografia?

Al mondo del cibo da piccolo, guardavo mia madre, che reputo una grande cuoca, impastare e sfornare ed io ero la sua ombra in tutto ciò che faceva in cucina. Crescendo si è sviluppata la consapevolezza di amare il mondo della gastronomia e la scelta di frequentare l’Istituto alberghiero è stata naturale. Poi ho conseguito una laurea in “Scienze e cultura della gastronomia e della ristorazione” all’Università di Padova, e dopo aver girato un po’ di luoghi di lavoro in Italia e all’estero sono arrivato, un po’ per caso, all’insegnamento. È stato un colpo di fulmine, quindi ho capito veramente cosa voler fare nella vita: cucinare, imparare e insegnare.

3.    Cosa ti piace maggiormente: cucinare, scattare o pubblicare il post?

Scattare e condividere le mie passioni e i miei piatti è un piacere, ma cucinare è senza dubbio ciò che mi riporta nel mio mondo, che mi dona serenità e mi fa divertire…poi ogni tanto mi arrabbio anche in cucina quando qualcosa non viene come dico io, ma poi mi calmo e riparto. Sono della vergine, ahimè un precisino, ma non lo reputo un lato negativo, anzi.

4.    Perché pensi che un social network come Instagram possa aiutarti ad esprimere la tua creatività ed il tuo io? Cosa provi nel momento in cui condividendo una foto, arrivano i like e i complimenti, ma soprattutto le domande e i chiarimenti sulla ricetta?

Perché Instagram mi piace come è strutturato, con le storie dove posso condurre chi mi segue nel mio quotidiano nella preparazione della ricetta e un feed dove condividere il risultato finale del piatto o un momento speciale.  Mi fa molto piacere quando nelle mie foto, nelle mie preparazioni le persone si rispecchiano e per le quali sviluppo curiosità anche nel provare a replicare qualche piatto. Spesso mi vengono chiesti suggerimenti e soventemente mi arrivano le foto di follower che provano a riprodurre le mie ricette. Anche per questo mi impegno sempre a proporre qualcosa di diverso e di particolare; non amo molto le mode…se è il periodo di Halloween, non ci penso proprio a fare i biscottini a forma zucca o di dita mozzate! 😂

5.    Oggi ahimè, tutto ruota attorno ai Social network, le persone stanno perdendo sempre più il contatto con il prossimo, ritieni che un social come instagram, se ben usato, abbia una marcia in più rispetto agli altri? E se si, perchè?

Spesso si ha una visione negativa dei social, ma sono una persona che è a contatto ogni giorno con ragazzi giovani e super giovani quindi, non posso non vedere come sarà l’andamento futuro e contemporaneo della società. Questi network sono diventati le nuove piazze dove i giovani si incontrano, dove nascono gli amori, dove si condividono le proprie idee e si imparano cose nuove. Credo semplicemente che sia un mezzo, con del potenziale, per trasmettere qualsiasi tipologia di cosa, sia positiva che negativa. Nel caso della mia pagina, lo vedo come un mezzo positivo per trasmettere delle mie conoscenze in cucina, delle curiosità e allo stesso tempo per imparare anche io da altre persone qualcosa di nuovo e di utile. La visione del social è neutra, o meglio personale, ognuno ne fa un uso più o meno appropriato.

6. Hai mai pensato di aprire un blog per condividere i tuoi contenuti? O ritieni che ormai i foodblog siano passati di moda?

 La tendenza, soprattutto nei giovani, è quella orientata verso l’immagine ed i video, per questo social come Facebook stanno perdendo di terreno ed insieme a questa tipologia di network anche i blog in generale stanno passando di moda. Spesso mi chiedono come mai non ho un blog e rispondo che non ne sento la necessità in quanto percepisco di poter condividere ciò che voglio ad una platea molto più ampia su social come Instagram che su un blog personale; con la potenza della fotografia, dei video accompagnati da descrizioni brevi e significative. Mentre prima l’immagine aiutava e corredava un pensiero scritto, più o meno lungo, come quello di un post da blog, oggi penso che sia totalmente il contrario.

Grazie mille, un abbraccio

Grazie a Fabio, è stato davvero un piacere ed un onore ospitarti seppur virtualmente nella mia cucina.

 

Se anche tu vorresti essere intervistata/o ti ricordo che puoi  contattare me e Cristina su Instagram nella chat diretta, oppure scrivendomi qui sul blog, o a questo link direttamente sul blog di Cristina.

Lo sai che Paprika e Cannella ha la NEWSLETTER, iscriviti anche tu per non perdere tutte le nuove ricette, gli approfondimenti e tante altre novità.

Iscriviti alla mia newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime novità

Articoli correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi